Giocare a Tetris migliora le capacità cognitive dei bambini

Lo scorso 14 febbraio è stato pubblicato, in esclusiva per la console Nintendo Switch, Tetris 99.
Il nome vi suona famigliare? Ovviamente stiamo parlando proprio del videogioco degli anni ‘80 a cui tutti voi avete giocato almeno una volta durante l’infanzia. Ma i vostri figli, lo conoscono? In quest’articolo vedremo assieme perché dovrebbero.

Tetris 99 è il puzzle game di logica e ragionamento come tutti ce lo ricordiamo, reso più appetibile al pubblico di oggi grazie alla modalità Battle Royale. Tetris 99 si gioca online, sfidando altri 98 giocatori contemporaneamente (ecco spiegato perché l’hanno chiamato “99”). Ricordate il piacere di veder scomparire intere righe di tetramini una volta riempita la riga? Bene, ora tutti i cubetti spazzatura saranno inviati ai vostri avversari, per mettere loro un po’ di pressione addosso. Ma attenti perché anche voi riceverete i loro! Se sarete bravi, potrete eliminare gli avversari e ottenere un ottimo piazzamento in classifica.
Oltre alla modalità Battle Royal, Tetris 99 promette sfide ed eventi online a tempo limitato (con tanto di premio finale).

Più facile a farsi che a dirsi! Date un’occhiata a questo gameplay di Playerinside per comprendere meglio la dinamica di gioco o leggete la guida con i trucchi e i consigli di gioco realizzata da Everyeye.it.

Tetris 99 è un videogioco PEGI 3, completamente privo di violenza o di contenuti inappropriati. Tuttavia, vista la modalità fortemente competitiva e i ritmi di gioco che possono arrivare a livelli molto alti, personalmente vi sconsiglio di proporlo ai bambini sotto i 7 anni.
Vi segnalo anche che Tetris 99 è gratuito, ma scaricabile solo se avete l’abbonamento al Nintendo Switch Online. I prezzi vanno dai 3,99 € per 1 mese di abbonamento, ai 19,99 € per 1 anno intero.

 

Perché mio figlio dovrebbe giocare a Tetris

Forse ci avete giocato per anni e nessuno ve l’ha mai detto: giocare a Tetris fa davvero bene al cervello! Vediamo, quindi, come il cervello dei vostri bambini può essere positivamente influenzato da questo videogioco.

 

Migliora le capacità cognitive

Secondo una ricerca pubblicata nel 2009 dai ricercatori del Mind Research Network di Albuquerque, nel New Mexico, giocare a Tetris “può determinare in chi vi si cimenta in modo continuativo un ispessimento della corteccia cerebrale accompagnato da un miglioramento delle facoltà cognitive”.

Per svolgere questa ricerca sono state arruolate 26 adolescenti e a loro è stato chiesto di giocare a Tetris per 30 minuti al giorno, per 90 giorni. Al termine di questo periodo, sono stati svolti degli esami clinici sulle ragazze, incluse delle risonanze magnetiche. Queste hanno evidenziato un ispessimento della corteccia cerebrale, in particolare del lobo frontale sinistro, fondamentale nella pianificazione e nella coordinazione di movimenti complessi, e nel lobo temporale sinistro, fondamentale per la coordinazione delle stimolazioni visive, ottiche, tattili e uditive con le informazioni fisiologiche provenienti dall’interno dell’organismo. Attraverso la risonanza funzionale, è stata riscontrata anche una maggiore efficienza delle aree dedicate al pensiero razionale e all’elaborazione del linguaggio.

 

Giocare a Tetris combatte l’ansia

Ma Tetris è un ottimo alleato anche se in famiglia c’è qualcuno che soffre d’ansia. Questa volta ce lo rivela uno studio scientifico condotto dall’Università della California (UCR). I ricercatori si sono concentrati sullo stato mentale di flusso, ovvero, hanno cercato di approfondire le meccaniche che stanno alla base di quella condizione mentale grazie alla quale il tempo sembra scorrere più lentamente. Avviene quando siamo molto coinvolti da quello che stiamo facendo.
Tetris aiuta a creare uno stato mentale benefico e rilassante quando siamo preoccupati per qualcosa. L’unica accortezza per beneficiare di questo risultato pare essere quella di giocare a Tetris a un livello leggermente più alto rispetto alle nostre capacità (ma con Tetris 99 questo sarà assicurato!).

 

Tetris aiuta a dimenticare i traumi

Un’altra ricerca ancora sottolinea la funzione terapeutica di questo gioco in caso di stress post traumatico (che si manifesta anche con la presenza di flashback relativi a quanto accaduto).
Impilare aiuterebbe a dimenticare. Nello specifico, alcuni volontari sono stati obbligati alla visione di immagini e filmati violenti. Dopo la proiezione solo alcuni di loro sono stati invitati a giocare a Tetris. Monitorati nelle settimane successive, hanno permesso ai ricercatori di scoprire che in coloro i quali avevano giocato a Tetris, i flashback erano meno presenti. Gli studiosi, quindi, ipotizzano che questo videogioco possa interferire con la formazione dei ricordi.

Quante belle cose dentro a un “giochino”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *